Scrittura e astrologia - Introduzione





L'astrologia, secondo me, è una grande signora, molto bella,
e venuta così da lontano che non posso fare a meno di sottomettermi al suo fascino.
(André Breton)

L’idea di evidenziare analogie e differenze fra scrittori/blogger dello stesso segno zodiacale, è nata due settimane fa, con l’intento di pubblicare un unico post sul tema. Tuttavia, grazie ai lettori che mi hanno comunicato il proprio segno zodiacale sia su Facebook sia qui, a un ripassino sui dodici archetipi e alle mie ricerche, ho raccolto così tante informazioni che condensarle sarebbe un vero peccato. Ho quindi deciso di scrivere quattro articoli, ciascuno dei quali dedicato ai segni dominati dallo stesso elemento naturale. Per non far torti a nessuno, l’ordine che seguirò sarà legato alle dominanti del mio tema natale:


-aria: gemelli, bilancia e acquario;
-fuoco: ariete, leone e sagittario;
-acqua: cancro, scorpione, pesci;
-terra: toro, vergine, capricorno.

Non escludo, per il futuro, di presentarvi altre indagini. Potrei analizzare il tema natale di autori famosi, oppure indagare su fenomeni quali la crisi dell’editoria, l’avvento dei romanzi erotici, o altri che mi verranno in mente o mi suggerirete voi. Tutto dipenderà dal vostro riscontro e dal vostro interesse per l’argomento.

Siccome la maggior parte di voi non ha competenze in materia di astrologia, avevo pensato di spiegarvi i concetti principali. Pero, riflettendoci su, mi sono accorta che avrei allungato troppo il brodo, andando fuori tema: certi dettagli possono aiutarvi a comprendere meglio ciò che vi racconterò, ma non sono fondamentali. Quindi, chi è interessato a capirne di più, potrà leggere le spiegazioni linkate qui sotto. Il sito che ho scelto è uno dei più semplici, facilmente comprensibile anche dai profani.

In estrema sintesi:
-il tema natale studia le posizioni dei pianeti e delle dodici case al momento della nascita di un individuo;
- le dodici case identificano i settori della vita condizionati dai transiti dei pianeti;
- l’ascendente rappresenta la cuspide della prima casa, quella legata all’espressione dell’individualità;
- per pianeti si intendono i principali corpi celesti che, transitando nelle case e nei segni zodiacali, influenzano l’individuo con la propria energia. Convenzionalmente con questo termine sono identificati anche il sole e la luna, che di fatto pianeti non sono. Forse nemmeno Plutone lo è.

Prima di iniziare, è doveroso fare alcune precisazioni.

1 - Purtroppo siamo abituati all’oroscopo dei giornaletti che, oltre a essere generico e impreciso, presenta un vizio di fondo. Proponendo infatti micro-analisi basate sul solo segno zodiacale e compresse in poche righe, non può essere considerato attendibile. Inoltre, per colpa di pseudo-guru e millantatori vari, il senso comune associa l’astrologia alla pretesa di predire il futuro. Io non ho mai creduto nell’astrologia predittiva, e di questo aspetto dovrete tenere conto quando leggerete il mio post. Dopo aver studiato questa disciplina per dieci anni, le mie posizioni si sono allineate a quelle dell’astrologia piscologica evolutiva, che pone lo studio del tema natale individuale al servizio della psicanalisi e se ne serve per meglio comprendere le caratteristiche dell’individuo, i limiti e i blocchi energetici che ne impediscono l’evoluzione. Secondo la Eridano School, però, gli astri non determinano nulla, semplicemente ci orientano, spetta a noi poi accogliere o meno il loro messaggio.  Molte persone scoprono in età avanzata un talento scritto nel tema di nascita, altre non ci arrivano mai, perché il contesto sociale e il libero arbitrio contribuiscono a forgiare il loro destino.
Partendo da tale presupposto, gli unici oroscopi attendibili (lo ripeto: non in chiave predittiva) sono quelli personalizzati, che si basano sul tema natale e si interpretano confrontando le posizioni dei pianeti al momento della nascita con la loro posizione nel periodo interessato, per esempio il mese corrente.
Queste influenze però non fanno accadere nulla, se noi non lo vogliamo, e a volte nemmeno se lo vogliamo. Semplicemente donano energie che condizionano i nostri umori, ma non compromettono il libero arbitrio. Un transito di Giove sulla Venere di nascita può renderci più socievoli e bendisposti, favorendo quindi la nascita di una nuova relazione, ma non serve a nulla se decidiamo di rinchiuderci in casa o se ci siamo fissati su qualcuno che non ci vuole. L’anno scorso io avevo un transito che potenziava le capacità creative e che avrebbe potuto aiutarmi a concludere la stesura del romanzo entro il dicembre scorso. Se io non avessi lavorato come una bestia da soma, probabilmente ci sarei riuscita, ma il mio stile di vita ha fatto sì che le potenzialità espressive favorite dagli astri non trovassero il giusto sfogo. Di conseguenza, è stato un periodo di grande frustrazione. Un astrologo predittivo mi avrebbe detto: “terminerai il romanzo”. Un astrologo evolutivo, invece: “le energie aiutano la tua scrittura, perché […]. Ti consiglierei dunque […], se vuoi che accada […]” Ecco quindi la differenza fondamentale fra i due approcci: uno è determinista, l’altro tiene conto dell’individualità di chi vive il transito e del suo libero arbitrio. L’astrologo evolutivo sa che gli stessi passaggi possono sortire effetti diversi a seconda di chi li riceve. Per esempio, un transito dissonante del pianeta Marte tende ad essere considerato pericoloso perché risveglia le pulsioni aggressive, per questo i predittivi scrivono: “probabili litigi”. Però lo stesso passaggio può avere un effetto positivo su una persona debole e con scarsa autostima e renderla un po’ più determinata.

2- Ho ritenuto necessario illustrarvi il mio pensiero perché mi servirà da guida nelle indagini che proporrò. Qualunque cosa leggerete, sappiate che è filtrata da queste considerazioni.
Inoltre, con quanto scritto sopra voglio farvi capire che lavorare in modo corretto mi porterebbe ad analizzare il tema natale di ciascuno, perché è da esso che si nota la propensione per la scrittura e per le arti in generale, in particolare grazie alle posizioni di luna, venere e nettuno. Sarebbe un lavoro troppo complesso, oltre che fuori tema rispetto allo scopo del blog. Quindi questi quattro post si baseranno sulla sola indagine del segno zodiacale, che comunque favorisce un certo tipo di atteggiamento. Mentre analizzavo ciascun segno, ho trovato degli spunti molto interessanti: mi direte voi se vi ritroverete o meno nelle mie descrizioni.

3 – Una frase che mi ha sempre dato fastidio è: “io non credo nell’astrologia”, perché credo sia una mancanza di rispetto nei confronti di chi ha studiato questa disciplina per molti anni. Spesso a pronunciare queste parole è qualcuno che non sa nulla di astrologia e conosce solo Paolo Fox e Branko, studiosi validi, ma ormai commercializzati. È vero che molti astrologi sono dei cialtroni, ma c’è anche chi lavora con serietà. La persona che mi ha insegnato a interpretare il tema natale è laureata in ingegneria: non associamo questa materia a un branco di fricchettoni ignoranti, okay?
La decisione di condividere con voi questa mia passione stata a lungo ponderata proprio a causa della paura di essere sommersa da opinioni scettiche. Poi, grazie anche ai riscontri positivi ricevuti da voi, ho deciso di espormi perché non trovo giusto nascondere delle competenze solo per istinto auto-protettivo.
Mi assumerò la responsabilità di ogni singola parola e risponderò a ogni obiezione e a ogni richiesta di chiarimento. Solo una cortesia, vi chiedo: evitiamo polemiche. E ricordiamoci (tutti quanti) che siamo qui per passare insieme qualche momento piacevole. State al gioco, e vedrete che ci divertiremo.

Dopo questa introduzione, avrei dovuto presentare già i segni d’aria, però mi sono dilungata un po’ troppo. Forse è meglio così: terrò da parte la mia presentazione e metterò il link all’inizio di ogni post. La settimana prossima pubblicherò il primo dei quattro articoli, che alternerò a quelli ordinari in modo da garantire la rotazione degli argomenti. Non ci saranno scadenze prefissate (sapete che ho difficoltà a mantenere un calendario editoriale uniforme), ma intanto potete dirmi cosa ne pensate dell’iniziativa e rivolgermi eventuali domande, anche solo per curiosità. Se qualche ritardatario vuole scrivere il proprio segno zodiacale, si accomodi pure: ne terrò conto, quando mi occuperò della relativa indagine. E se qualcuno mastica l’argomento e vuole darmi suggerimenti li ascolterò con molto piacere
Alla prossima puntata, quindi!



Commenti

  1. Pur avendo un'amica molto appassionata di astrologia (una volta ha cercato di analizzare il mio tema natale uscendone però con un "è troppo complicato" e in effetti sì, sono una persona complicata), ammetto che la mia forma mentis mi ha tenuto sempre piuttosto lontana da questi temi (come del resto dalla psicologia e dalla psicanalisi) che rispetto, ma non ho mai indagato. Credo che i tuoi post saranno una bella occasione per darci uno sguardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì: non conosco la posizione dei tuoi pianeti personali, ma saturno e plutone (pianeti generazionali) sono sicuramente in bilancia e possono ledere il sole di nascita in ariete. Questo te lo dico a sensazione, ma mi piacerebbe vedere il tuo tema. :)

      Elimina
    2. Chissà dov'è finito! C'erano un sacco di linee colorate...

      Elimina
    3. Rosse o blu? :-)
      Convenzionalmente le rosse sono gli aspetti che i predittivi definiscono negative, mentre gli evolutivi dinamici. Le blu indicano gli aspetti "positivi" (armonici).
      Se vuoi mandami i dati, lo calcolo io.
      Poi ti scriverò anche a proposito di Venere Privata, che ho concluso da poco. :)

      Elimina
    4. Entrambe, credo.
      Piaciuto il libro?

      Elimina
    5. Sicuramente erano entrambe. Di solito ci sono aspetti sia armonici sia dinamici.
      Il libro mi è piaciuto molto.Poi ne parliamo, ho voglia di commentarlo e di chiederti una cosa in particolare. :)

      Elimina
  2. Intanto grazie mille per esserti imbarcata in quest'impresa, che mi sembra molto molto impegnativa! A casa ho un libro di astrologia che è più che altro un compendio. L'avevo preso perché mi incuriosiva la descrizione delle caratteristiche di ogni segno, ma poi mi sono fatta intimorire dalle tabelle e dai calcoli. Però l'argomento mi interessa assai: l'astrologia è antica quanto l'uomo! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che l'argomento sia di tuo interesse.
      Per curiosità, di quale libro si tratta? :-)

      Elimina
    2. E' talmente vecchio che non so nemmeno più dove è andato a finire, ma prima o poi salterà fuori. Comunque mi ricordo che il titolo esatto è "Introduzione all'astrologia" e in copertina c'è un'immagine con affresco dell'antico Egitto, ma non mi ricordo l'autore. Ho la vaga memoria di uno pseudonimo.

      Non c'entra, ma mi era stato regalato anche un libro sui Tarocchi, e uno sugli I-Ching, e in entrambi i casi ho soprasseduto dall'approfondire dopo una prima zelante lettura. Troppo complicati.

      Elimina
    3. Anche io ho un libro di I-ching che mi hanno regalato, però non l'ho ancora letto. I Tarocchi li leggevo, ma ho smesso. Fermo restando che essi sono soltanto un mezzo nella mano di chi ha già una certa sensibilità per capire le cose, anch'essi possono essere utilizzati sia con approccio psicologico evolutivo sia con approccio predittivo. Ma, se per l'astrologia il popolino fa delle deroghe, per i tarocchi no: non vogliono crescere né migliorare loro stessi, soltanto sapere "il futuro". Spesso chi si rivolge al cartomante ha grossi problemi di dipendenza e attaccamento, vuole sapere se accadrà proprio quello che desiderano, non vogliono ascoltare e buttano fuori tanta negatività. Per questo motivo ho smesso, ormai 8 anni fa.

      Elimina
    4. Ho conosciuto l'I-Ching/Libro dei mutamenti leggendo "Una svastica sul sole" di Philip K. Dick, dove uno dei protagonisti consultava sistematicamente il libro. Davvero molto affascinante!

      PS: perché l'acquario non è un segno d'acqua?

      Elimina
  3. Tutto chiaro, un po' avevo già intuito il tuo approccio dalle chiacchiere che abbiamo fatto via mail e dai discorsi che ogni tanto inserisci negli altri post. Non ho molto da chiedere. Piuttosto sarebbe interessante leggere la tua opinione su Paolo Fox, il quale si dice essere attualmente uno dei migliori astrologi in circolazione: naturalmente tenendo conto del fatto che è stato inevitabilmente commercializzato e che usa l'astrologia per tentare delle previsioni (quindi un approccio opposto al tuo) e che facendo delle previsioni in TV si finisce inevitabilmente per generalizzare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (...allora le leggi le e-mail?!? :-D )

      Elimina
    2. Paolo Fox è uno degli astrologi più famosi in Italia ma io sono così abituata alle sue indagini di astrologia predittiva, da non aver mai letto alcun tema natale redatto da lui, al punto che mi sia anche domandata se li faccia...
      C'è chi dice che la differenza fra astrologia predittiva e astrologia evolutiva non sia nel metodo di indagine ma nel modo di emettere il responso, vedi: "possibili litigi" vs. "in questo periodo marte risveglia la tua aggressività", ma io penso che cambi proprio il modo di vedere e di interpretare i transiti.
      è vero che sui giornali e in tv occorre generalizzare, ma c'è anche chi lo fa con un approccio evolutivo e non predittivo, come Rob Bresny che ogni settimana, dalle pagine de "l'internazionale", mi offre sempre spunti molto interessanti. :-)

      Elimina
    3. P.S. Dimenticavo: Paolo Fox non è considerato il miglior astrologo in circolazione, è solo quello con più visibilità. La maggior parte degli astrologi sono dei nerd sepolti in una stanza con pile e pile di libri. :-D

      Elimina
    4. Dario: certo che le leggo le email, e non hai idea di quante me ne arrivino ogni giorno... :(

      Chiara: sì, intendevo quello con maggiore visibilità. Pare però che ci azzecchi anche abbastanza. Non so se sia vero.

      Elimina
    5. Quand'ero all'università seguivo il suo oroscopo giornaliero, e devo dire che ci azzeccava abbastanza. Ma lì è facile, visto che basta guardare i transiti lunari. Le previsioni a lungo termine, se devo essere sincera, non le ho mai consultate.
      C'è un astrologo che si chiama Paolo Crepaldi e che scrive su astromagazine.it, a mio avviso molto bravo. Le sue indagini tengono conto sia dell'astrologia predittiva sia di quella evolutiva. Ogni anno fra previsioni, che poi alla fine dell'anno verifica e reinterpreta ciò che ha sbagliato. Lui è abbastanza bravo, secondo me, e vicino alla mia sensibilità. In fondo gli astri possono favorire oppure ostacolare il verificarsi di alcuni eventi, ma gli evolutivi non hanno l'atteggiamento determinista ossessivo dei predittivi... :)

      P.S. Online c'è un sito che analizza il tema natale degli assassini. Se ancora ti interessi di queste cose, ti mando il link.

      Elimina
  4. Interessante. Ne mastico a sufficienza per capire di cosa stai parlando, ma ovviamente non abbastanza per permettermi di dare dei suggerimenti. Rimango quindi in attesa mistica, in luuuuunga attesa mistica, visto che sono "di terra" (quindi immagino sarà l'ultimo post)... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quello con i segni di terra sarà l'ultimo appuntamento, però tu avrai un trattamento privilegiato visto che sei l'unico capricorno che ho trovato, almeno per ora. :-D

      Elimina
  5. Attendevo il tuo post da quando mi hai chiesto il mio segno zodiacale. Credo che alla base di in ogni tipo di scienza ci siano elementi concreti. A volte purtroppo i cialtroni (o i furbi) stravolgono il senso di uno studio che potrebbe avere molto di interessante. E' il caso, per esempio, dell'omeopatia, con cui curo da anni me stessa e i miei figli con ottimi risultati, checché se ne dica comunemente.
    Di astrologia so poco o niente, anche se le poche volte in cui mi sono approcciata ad essa ho notato proprio quello che dici tu: le previsioni sono una stupidaggine mentre l'analisi di un segno zodiacale può avere delle basi fondate. Io, per esempio, mi sento in pieno un sagittario.
    Per cui sono molto curiosa di leggerti, sicuramente imparerò qualcosa di interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio nonno materno è stato il primo farmacista a curare con l'omeopatia, qui a Sanremo, e mia mamma e mio zio seguono il metodo. I miei altri due zii (fratelli di papà) sono entrambi medici omeopati. Quindi io non posso non "credere" (che brutta, questa parola) nell'omeopatia. Inoltre ho guarito alcuni disturbi psicosomatici con i fiori di bach. :-)

      Elimina
  6. Interessante :) aspetto il prossimo, poi mi sa che approfondirò il tema del tema natale, mi hai incuriosito ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è così difficile incuriosire un gemelli! :-D

      Elimina
    2. Un gran guaio questa curiosità :D

      Elimina
  7. P.S. non semplice per ovvie ragioni, ma sarebbe interessante, ove possibile, analizzare il tema natale di qualche personaggio letterario. Appena trovo un personaggio con la data di nascita esplicita te lo dico ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La data di nascita è facilmente reperibile. Più che altro serve l'ora. Online ci sono dei temi già redatti, ma mi piacerebbe essere io ad analizzarlo. :-)

      Elimina
    2. ;) prova. sarebbe interessante

      Elimina
  8. Io conosco le caratteristiche generali del mio segno zodiacale che corrispondono abbastanza, ma non ho mai capito se sia soltanto un caso. E chiedo venia da subito, perché io sono una di quelle che ha sempre sorriso di fronte agli studi sui segni, influenze di pianeti, pianeti in altri pianeti, ascendenti ecc ecc. ma ho voglia di ricredermi, dunque sono molto curiosa di leggere i tuoi articoli. Però... se la scaletta è quella che hai indicato, dovrò aspettare a lungo che il mio fiero Toro salga sul palcoscenico! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Normale che tu abbia sorriso: sei un segno di terra. E i segni di terra, dell'astrologia, se ne fottono! Comunque stai tranquilla, che presto spunterà fuori l'argomento anche nel romanzo, seppur di straforo. ;)

      P.S. I segni di terra saranno gli ultimi perché io non ho nemmeno un valore in questo elemento, il che dice molto sulla mia mancanza di senso pratico!

      Elimina
    2. Ah beh, il mio senso pratico è rinomato, invece! :)
      Me ne fotto? E... mi sa che sì, in qualche misura...

      Elimina
    3. Mi piacerebbe vedere il tuo tema natale, se ti va. :)

      Elimina
    4. Prego, accomodati pure. Fai del mio tema natale ciò che vuoi! :)

      Elimina
    5. Se non mi mandi i tuoi dati posso fare ben poco. :)

      Elimina
  9. a grandi linee so qualcosina del mio segno zodiacale, che mi somigliano anche, tutto sommato... però non sono una che ha mai del tutto approfondito cose come l'ascendente e simili
    leggo l'oroscopo e mi rallegro, o me ne dispiaccio, ma generalmente tendo a star fuori dai famosi approfondimenti, per paura di lasciarmi troppo condizionare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda è d'obbligo: di che segno sei? :-D
      Comunque a farsi condizionare è soprattutto chi è condizionato dall'astrologia predittiva. In realtà, non c'è nulla di spaventoso in queste indagini, che anzi possono aiutare le persone a conoscere meglio loro stesse...

      Elimina
  10. Bell'argomento, complimenti. L'astrologia è un campo affascinante da esplorare, e decisamente complicato: per questo non mi sono mai cimentata e come tanti mi limito a leggere l'oroscopo la mattina mentre prendo il caffè e cerco di capire chi sono. :) Aspetto quindi il tuo post sugli Acquari come me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avendo pochi acquari, la tua presenza potrà fare un gran bene alla mia indagine! :-D

      Elimina
  11. Davvero siamo in pochi? Ohibò, pensavo che ci fossero Acquari in quantità industriali! (Ascendente Capricorno, ma qui andiamo oltre lo scopo dell'indagine!) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui nella blogosfera ne ho trovati pochi, ma il campione è poco rappresentativo della realtà. :-D

      Elimina
  12. Come sai già, perché ne abbiamo già un po' parlato, le nostre visioni dell'astrologia non sono al 100% coincidenti.
    Per risparmiarmi/vi ogni spiegone approfitto di una citazione da una canzone ("Eri con me" di Franco Battiato) che riassume l'essenziale della differenza in poche parole:

    "Ciò che deve accadere, accadrà, qualunque cosa facciamo per evitarlo, ciò che deve accadere, accadrà, perché è già accaduto!"

    A ciascuno poi trarre le proprie conclusioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto anche a Salvatore, non escludo che gli astri possano favorire il verificarsi di determinati eventi, perché comunque hanno un'energia, e questa energia ci condiziona, però mi ritengo molto distante dall'atteggiamento determinista di molti astrologi predittivi: gente che va dall'altra parte del mondo per avere degli influssi migliori... ecco, quest'idea non mi piace... sembra che l'uomo sia in balia di forze esterne, un burattino senza volontà. Io non riuscirò mai a essere in sintonia con quest'idea. Sono buddhista e credo nella legge del karma. :-D

      Elimina
  13. Che bella idea! Io ne so poco o nulla quindi pendo dalle tue labbra. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero allora che l'indagine sia di tuo gradimento! :-)

      Elimina
  14. Aspettiamo il prossimo post per vedere che cosa riesci a combinare :)
    Il fatto che i segni di terra saranno gli ultimi, non depone a tuo favore ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'attesa rende più ambito il risultato! :-D

      Elimina
  15. !Che bella idea Chiara, ti confesso che anch'io la pendo bene te riguardo l'astroligua, non credo nella astrologia predittiva ma in quella psicologica evolutiva. Quindi adesso sono molto curiosa di leggere i tuoi prossimi post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai avuto problemi con il correttore dello smartphone? :-D
      Anche a me capita spesso. Però ho capito. ;)

      Elimina
    2. Accidenti me ne sono accorta adesso! il correttore dell'Ipad mi fa dannare... sì hai capito la penso come te riguardo l'astrologia :-)

      Elimina
  16. Secondo me c'è una concreta influenza. Prima e più diretta perché festeggiare un compleanno d'inverno è diverso da averlo in estate. E il compleanno condiziona moltissimo l'autoimmagine. Per non parlare del fatto che se ti senti dire mille volte "Sei Leone! Domini gli altri!" finisce che lo farai.
    Sono indeciso se credere alle influenze indirette, ma sarai tu a togliermi il dubbio.
    Comunque i Pesci sono i migliori, e non c'è sconfessione possibile di questa (ahimè, triste per voi) realtà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io compio gli anni in una stagione di mezzo: a volte sono in maniche corte, a volte con il cappotto... Diretta o indiretta che sia, l'influenza c'è sempre! :-D

      Mi piacerebbe vedere il tuo tema natale, perché secondo me è pieno di aspetti, anche conflittuali. Mia mamma e mio fratello sono pesci...

      Elimina
  17. Pronto e disposto a leggerti. Conosco poco e nulla dell'astrologia, quasi niente. Ho però piacere di sapere come la pensi sull'aspetto predittivo, mi metti già a mio agio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, sarà il momento di saperne di più. I segni di fuoco sono i secondi. :)

      Elimina
  18. Che l'oroscopo dei giornaletti non sia attendibile è chiaro, non basta che io sia nato in quel periodo dell'anno perché oggi mi vadano bene le cose in amore e non tanto al lavoro e domani risolvo una questione in sospeso e giovedì è meglio non pensare a brutti ricordi. Mi sono sempre chiesto come faccia qualcuno a credere a certe scemenze.
    Questa è appunto come la chiami: asrtologia predittiva, quindi pura illusione.

    Le 12 case sono i segni zodiacali?

    "Un transito di Giove sulla Venere di nascita può renderci più socievoli e bendisposti, favorendo quindi la nascita di una nuova relazione".

    Dal punto di vista scientifico come lo spieghi?

    Per me Giove è troppo lontano dalla Terra per poter influenzare i nostri umori. Per non parlare delle stelle, la più vicina delle quali mi pare sia a 4 milioni di anni luce da noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Le 12 case sono i segni zodiacali?"
      Ma come, non guardavi i cavalieri dello zodiaco? :D

      Elimina
    2. No :)

      PS: ma non c'è più la possibilità di ricevere gli aggiornamenti dei commenti via email?

      Elimina
    3. Sì che c'è la possibilità: clicca su "inviami notifiche". :-)

      Le dodici case non sono i dodici segni, ma dodici settori della vita, ciascuno dei quali dominato "naturalmente" da un segno. Per quel che riguarda le tue obiezioni, sinceramente me le aspettavo, da qui il punto 3 delle mie precisazioni.
      Quel "per me" rappresenta il limite di molti non avvezzi a questa disciplina: la maggior parte delle volte non è stata fatta alcuna lettura al riguardo e ci si basa soltanto sulle proprie impressioni o supposizioni personali. Mi avevi già posto questa domanda tempo fa, e io ti avevo risposto suggerendoti delle letture, in particolare "la fisica dell'anima", "il tao della fisica", e gli studi di Jung sulla sincronicità. Poi, potremo riparlarne.
      L'astrologia è una scienza, tant'è che molti astrologi sono laureati in ingegneria o in fisica. Certo, ci sono studi del CICAP che contrastano l'astrologia, ma loro non dicono che è una cazzata, dicono solo che l'influsso degli astri non è scientificamente dimostrabile, quindi l'astrologia è più una filosofia che una scienza.

      Quanto alla domanda che mi poni: "Un transito di Giove sulla Venere di nascita può renderci più socievoli e bendisposti, favorendo quindi la nascita di una nuova relazione... Dal punto di vista scientifico come lo spieghi?" ti rimando qui, dove c'è la spiegazione più semplice e sintetica fra quelle trovate online: http://www.astropoli.it/oroscopo/astrologia-scienza.html
      Altri approfondimenti potrai trovarli nei testi che ho citato.
      Non comprendo, comunque, se le tue obiezioni sono dettate da sincero spirito di comprensione o dal desiderio di contestare i miei studi. Nel primo caso, sono accettabili. Nel secondo, perdonami, no: da dieci anni faccio gli stessi discorsi, e anche se sei in buona fede mi sono un po' stufata. :)

      Elimina
    4. Non vedo più qui nei commenti "inviami notifiche" come prima :)

      Ho letto l'articolo che mi hai segnalato, ma non dice nulla di concreto, nulla di scientifico su come un pianeta come Giove (gassoso, tra l'altro) possa influenzare l'uomo o il suo comportamento trovandosi in una specifica congiunzione.
      La domanda era proprio per capire come fai, dal punto di vista della scienza (quindi dell'unica disciplina a cui credere) a spiegare l'influsso di Giove e degli astri. Come dice il CICAP, non è dimostrabile.

      Elimina
    5. Il fenomeno che spiega questo condizionamento è quello dell'entanglement quantistico, a cui ha lavorato lo stesso Einstein: https://it.wikipedia.org/wiki/Entanglement_quantistico

      Se hai voglia di leggere i libri che ti ho segnalato, specialmente quello di Marchesi, esso è spiegato nel dettaglio, con tanto di dimostrazioni (di cui però non ho capito un'acca).

      Anche delle indagini psicologiche e psicanalitiche si dice che non abbiano fondamento in quanto non dimostrabili, esse spesso vengono contestate in questo o in quel punto, ma nessuno si è mai permesso di dire che sono tutte boiate. L'astrologia però non gode della stessa benevolenza, proprio a causa degli astrologi predittivi che hanno portato questa disciplina a essere considerata poco più di una superstizione.

      Elimina
    6. P.S. Io "inviami notifiche" lo vedo @-@

      Elimina
    7. L'entanglement quantistico mi stuzzica, come tutto ciò che ha a che vedere coi quanti :)
      "inviami notifiche" è apparso prima per un attimo e poi sparito...

      Elimina
    8. Vedi: il fenomeno della sparizione della casellina di notifica è assimilabile a un influsso planetario. Non si capisce fino in fondo, però succede! :-D

      Scherzi a parte, come per le indagini socio-psicologiche ci sono studi durati anni e su campioni molto ampi, che consentono di verificare come si esprime il tema natale nel corso della vita. L'empirismo esiste, anche se non è accettato dagli scienziati puri, come avviene per le altre discipline umanistiche. In questo caso, però, la fisica quantistica subentra portando spiegazioni aggiuntive. :)

      Elimina
  19. Sono contenta di questa serie di post, perché come già sai l'argomento mi interessa, quindi sono anche molto curiosa di conoscere il legame tra astrologia e scrittura. E sono particolarmente d'accordo con la tua premessa numero uno, gli astri non determinano il futuro ma ci influenzano a un livello più profondo. A questo proposito ci sarebbero da dire tantissime cose, ma ovviamente non è questo lo scopo dei tuoi post.
    Una domanda ce l'avrei ma aspetterò di essere arrivata all'ultima puntata, perché è molto specifica :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi anticipamela via email, che sono curiosa anch'io.
      Già ieri ti ho inviato qualcosa, non so se hai visto. ;)

      Elimina
    2. Sì, ricevuto! Sto metabolizzando ;) Per ora grazie.
      Ok, allora la domanda te la anticiperò via mail.

      Elimina
  20. Chiara, io sono nato a Civitavecchia alle ore 01,10 di venerdì 9 febbraio 1934.
    Acquario, ascendente Scorpione credo. Aria, aria, aria e fantasia.
    Penso che ci sia uno stretto legame tra la mia nascita e ciò che ho fatto nella mia vita finora. Ti sembra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarderò il tuo tema e ti dirò! Posso citarti nel post sui segni d'aria? :) non pensavo fossi così grandicello... mi viene da darti del lei adesso. :-D

      Elimina
    2. Bada che adesso ti picchio nipotina :)))))))

      Elimina
  21. Spero non ti offenderai, ma io non credo in alcun modo nell'astrologia, non credo che la posizione dei pianeti al momento della nascita influenzi in alcun modo la nostra vita nè che dia indicazioni sulle scelte da affrontare quotidianamente. Sono terribilmente realista e testardo. Dopotutto sono del cancro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispetto la tua opinione perché espressa in modo educato e rispettoso. Una sola domanda: su cosa si basa? Esperienza, studi o altro? Io ho analizzato decine di temi e le corrispondenze ci sono. Il cancro solitamente non è né realista né testardo. Avrai molti valori terra nel tema. Probabile un ascendente in terra o fuoco. Se vuoi ci guardo. :)

      Elimina
    2. In effetti dovrebbe essere sagittario. Sono nato il 24 giugno alle 19.
      Io credo unicamente in ciò che può essere dimostrato sperimentalmente e di correlazioni degli astri con le vicende umane finora non ne è stata data dimostrazione scientificamente provata. Anche se in effetti ci sono delle correlazioni indirette, dove è lo psichico a essere influenzato per mera suggestione, credenza o induzione.

      Elimina
    3. Quindi suppongo che tu non "creda" nemmeno alla psicologia e alla sociologia, dal momento che anche gli impulsi inconsci e le tendenze socio-culturali non rappresentano dati oggettivamente verificabili come l'influsso dei pianeti. Allo stesso modo, queste discipline utilizzano gli stessi metodi di indagine, ovvero si basano su un campione umano piuttosto ampio che, nel caso di psicologia e astrologia, viene seguito per molti anni... :-)
      Per vedere il tuo ascendente e gli altri pianeti ho bisogno, oltre a ciò che già hai scritto, della data di nascita completa di anno e luogo.

      Elimina
    4. Le scienze hard hanno riscontri che si basano su fatti determinabili sperimentalmente e soprattutto ripetibili e riproducibili. Le scienze soft in genere non hanno invece questa possibilità. La psicologia si basa su teorie che, anche se abbastanza accettate, restano comunque teorie, tentativi di spiegare un qualcosa che è difficile da comprendere e teorizzare, a differenza della neuropsicologia che può basarsi almeno in parte su dati anatomici. Per esempio c'è differenza tra psicanalisi e psicologia analitica, cioè tra la teoria di Freud e quella di Jung, che avevano visioni diverse. Nelle scienze hard non ci sono di norma visioni opposte, dato che si basano su dati esprimibili in forma matematica. Quanto alla sociologia, ci possono essere riscontri osservando il comportamento animale: mobbing, per esempio, è un termine che viene dall'etologia. Concludendo, come stavi praticamente osservando tu, si basano sulla statistica ed essa ha modelli matematici che la sorreggono: si dice infatti che la casualità non è prevedibile, ma è almeno stimabile, attraverso le leggi della statistica.

      Per l'ascendente: ah, ma vuoi sapere tutto tutto! 24 giungno 1984, Moncalieri (TO). Spero non sia necessario anche il codice fiscale! :)

      Aggiungo infine che anche se non credo, ciò non toglie che non lo possa comunque trovare un discorso interessante. Per dirti, io ho scritto anche un libro che ha come tema i tarocchi, e ne ho un blog correlato.

      Elimina
    5. Conosco molto bene la differenza fra l'approccio di Freud e l'approccio di Jung (che con la sua teoria sulla sincronicità ha dato un gran contributo all'astrologia, fra l'altro) avendo sostenuto diversi esami di psicologia all'università. Con la sociologia poi sfondi una porta aperta, perché sono appassionata a questa disciplina e l'ho studiata per lungo e per largo. Per questo non vedo molte differenze fra l'approccio psicologico e quello degli astrologi evolutivi. I tarocchi li leggevo - anch'essi in chiave evolutiva - ma poi ho smesso, per ragioni spiegate qualche commento sopra.

      Ho visto il tuo tema e confermo l'ascendente in sagittario. Confermo anche che la tua necessità empirica è data dalla presenza di un astro personale, la luna, in un segno di terra, il toro.
      Hai tanti valori che fanno intuire una certa curiosità per queste discipline (mercurio in cancro quasi in cuspide con l'VIII casa), ma tale fascinazione è ridimensionata da giove in capricorno, che smorza l'entusiasmo e ti porta a cercare conferme empiriche di ciò che supponi. Questo è un peccato, perché il tema parla di un intuito fortissimo che si scontra con il bisogno di conferme. Inoltre, il tuo scetticismo è dato dalla luna in toro in VI casa, che pone in secondo piano gli interessi spirituali in virtù di questioni più pragmatiche. Sembreresti ad una prima occhiata (non ho fatto un'indagine approfondita) una persona che per star bene si accontenta di piccole cose quotidiane, senza portare le proprie ricerche troppo oltre l'esperienza tangibile.

      Hai un aspetto veramente tanto tanto interessante legato a venere e mercurio. Balza subito all'occhio. E hai anche un aspetto di Nettuno sul Medio Cielo rarissimo e poco studiato ma altrettanto affascinante, che ho da poco scoperto di avere anche io. Se vuoi ne parliamo. :)

      Elimina
    6. Volentieri. Dimmi pure. :)
      Comunque nella tua analisi devo dire che hai abbastanza centrato alcuni aspetti della mia personalità (solo alcuni, però), tanto che il dubbio rimane, essendo io uno scettico per natura: sarà forse che hai fatto una lettura a freddo? Non lo dico con cattiveria, eh, perchè alle volte la cosa avviene inconsciamente.
      Per quanto riguarda sociologia, in realtà per me c'è qualcosa di più: quando mi è capitato di seguirne delle lezioni, ho notato delle notevoli affinità con alcuni principi della chimica e della biologia, tanto da rendermela più familiare.

      Elimina
    7. Ovviamente la lettura è stata fatta in modo abbastanza superficiale e analizzando alcuni aspetti separatamente, senza relazionarla fra loro. In un "buco" della pausa pranzo purtroppo non avrei potuto offrirti altrimenti. Un'indagine approfondita mi richiederebbe un pomeriggio intero. Inoltre, come ho scritto anche nell'articolo, il tema esprime delle potenzialità che non necessariamente sono espresse nel corso della vita. Questi due fattori possono rendere la mia analisi incompleta, ma non per questo "fuffa".
      Gli aspetti interessanti sono:
      - mercurio congiunto a venere in cancro e in VII casa che mette in evidenza come, nelle relazioni interpersonali, specialmente con un partner, tu consideri l'affinità mentale e intellettuale un elemento fondamentale, che quasi surclassa l'estetica. Il dialogo "di pari livello" rappresenta il punto di forza della tua relazionalità (il mio invece è la capacità di provare empatia), però talvolta puoi scivolare in comportamenti un po' capricciosi. Hai un gran desiderio di dare, ma ti aspetti che gli altri corrispondano con uguali premure. Nel relazionarti cerchi più un contatto attraverso il dialogo che non attraverso dettagli di tipo materiale. Potresti essere attratto da donne in carne, perché ti danno un'idea di buona salute e positività rispetto a quelle secche ed efebiche. La quadratura di giove ti rende un po' pretenzioso, molto esigente. Saturno in XI mi dice che sei anche piuttosto selettivo nelle tue relazioni, e molto serio.
      - nettuno quadrato al Medio Cielo: è un aspetto che sto ancora studiando, ma che può evidenziare la presenza - per alcuni anni - di un lavoro che non lascia giusto sfogo alle propria creatività. Approfondirò e ti saprò dire. :)

      Elimina
    8. Beh, non posso che dirmi sorpreso. E' molto corrispondente, davvero. L'unica cosa non corretta è quella delle donne in carne (il mio ideale estetico sono ragazze magre, alte e slanciate). L'ultima cosa che hai scritto è quasi giusta, ma tenendo conto di alcune approssimazioni, corrisponde abbastanza bene.
      Che dire? Mi sa che dovrò cominciare a ricredermi e abbandonare la mia patina di scettico...

      Elimina
    9. Aggiungo che potresti aver avuto o avere delle difficoltà nel settore delle amicizie. La faccenda delle donne in carne è stata detta intuitivamente perché comunemente le si associano alla buona salute. Può darsi che nel tuo caso valga il contrario: il corpo sano è quello slanciato e tonico. Ognuno al riguardo fa le proprie associazioni. Di sicuro però l'indagine non è completa, ma molto intuitiva.

      Elimina
  22. Capisco molto le tue esitazioni nel pubblicare post su un argomento così controverso. Non vale solo per l'astrologia, ma per tutto ciò che riguarda la realtà non materiale, in perfetto ossequio a una mentalità che usa il "credo solo a ciò che vedo" come prova di intelligenza. Non ho mai approfondito l'argomento astrologia, perciò ti leggerò molto volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le perplessità sono legate al timore di un pregiudizio, ma anche al rischio di non essere compresa. Come per gli articoli sulle energie, anche questi sono piuttosto ostici. Impiego molto tempo a scriverli perché ho bisogno di trovare un linguaggio facilmente comprensibile per tutti. :)

      Elimina
  23. Più studio antropologia e più sento una beata ignoranza, che ha tanto il sapore della disponibilità a un po' tutte le eventualità e prospettive dell'essere umano. In questo senso, di fronte all'astrologia, mi sento solo di esprimere un fiducioso "può darsi". Sospendendo l'incredulità che ho, l'astrologia mi diverte e spesso ci azzecca (anche se non ho ancora ben capito come interpretare il tema natale).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tema natale si interpreta vedendo in quali case e in quali segni vadano a finire i pianeti al momento della tua nascita, nonché gli aspetti che disegnano fra loro, che possono essere fluidi o dinamici (l'opposizione positivo - negativo non mi è mai piaciuta). Se vuoi guardo il tuo. Avrei dovuto farlo un anno fa, quando mi mandasti i dati. :-D

      Elimina
    2. So che esistono calcolatori automatici, ma da quello a saper capire i rapporti tra le singole influenze ce ne passa :/

      Elimina
    3. Anche io uso i calcolatori automatici, però diffido dalle interpretazioni molto generali che si trovano online...

      Elimina
  24. Non so quasi nulla di astrologia.
    Quel poco che so me lo ha insegnato mia mamma, che ha fatto alcuni corsi di astrologia arcaica, quindi ti seguirò molto volentieri nel tuo percorso di analisi dei segni zodiacali ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'astrologia antica la conosco poco, ma deve essere molto interessante.
      Io sono una molpurghiana! :-D

      Elimina
  25. Non mi era arrivata la newsletter di questo post! O forse l'ho cancellata per sbaglio.
    Non vedo l'ora di sentire cosa dirai sulla bilancia!

    Secondo me è importante che parli sul tuo blog di questa tua passione, io non credo negli oroscopi perché io e la mia migliore amica siamo due bilance ma non potremmo essere più diverse, però devo ammettere che tra i miei amici c'è un esubero impressionante di donne Cancro e uomini Pesci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essendo la bilancia un segno doppio, le bilance sono molto diverse fra loro perché in alcune domina la componente venusiana in altre quella saturnina. Inoltre, dipende dalla complessità del tema natale. Io sono "molto bilancia", avendo ben cinque astri in quel segno, però ho anche dei forti valori sagittario legati all'ascendente, alla venere e a nettuno. I miei amici? Uomini gemelli, tantissimi. Le donne invece sono più distribuite. :-D

      Elimina
    2. I gemelli a me fan paura, non so mai come prenderli, perché sono davvero due persone in una e non vanno d'accordo nemmeno tra di loro! :D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Letture che ispirano - La trilogia del male di Roberto Costantini

Freedom writers - il valore della scrittura di getto

Con le mani nei capelli - manuali e guest-post

La descrizione fisica dei personaggi

Scrivere un romanzo - portare a termine la prima stesura

La voce del Jolly #1 - Davide Laura, dalla strada alla Scala

Il Jolly e la gassosa purpurea - la disinformazione

Scrittori a confronto - Massimiliano Riccardi e Sandra Faè

La volontà di essere un Jolly

Guest post - Essere scrittori o tentare di diventarlo (prima parte)